Sono analizzati gli strumenti attraverso i quali ha storicamente preso forma la città ed il suo progetto, sia nella dimensione del “progetto implicito” della comunità, sia come disegno consapevole e strutturato delle elite urbane. Al centro del corso si situa l’esperienza del “piano urbanistico”, quale strumento per disegnare gli assetti futuri di città e dei territori, predisposto dalla Pubbliche Amministrazioni per il bene pubblico e l’interesse collettivo. Verranno analizzati i limiti e gli elementi di attualità del piano e i nuovi strumenti dell’urbanistica. L’orizzonte dei nuovi problemi nella gestione urbana: la crisi ambientale e la crisi sociale. Verranno analizzati sia i piani urbanistici comunali, sia i piani ambientali che operano alla dimensione dell’area vasta.